Global Campus Visual Contest è un concorso che usa la fotografia e i video per creare consapevolezza sui diritti umani e portare al cambiamento sociale. Promosso da Global Campus of Human Rights, un network unico di cento università in tutto il mondo, che ha come obiettivo di promuovere i diritti umani e la democrazia attraverso la cooperazione regionale e globale per l’educazione e la ricerca, il concorso è aperto a fotografi e videomaker professionisti e amatoriali, provenienti da tutto il mondo. Il visual contest apre il primo di maggio e si può partecipare fino al 30 giugno.

Lo scopo del concorso? Creare sinergie tra il mondo accademico e quello artistico, per facilitare la diffusione delle tematiche inerenti i diritti umani utilizzando la fotografia e da quest’anno, anche brevi video.
L’idea è creare un network di artisti, intellettuali e professionisti interessati nel rafforzare la protezione dei diritti umani e la promozione della democrazia e della pace.

Il tema del contest, giunto quest’anno alla sua terza edizione, è: “Memoria e riconciliazione”. La memoria e la percezione del passato hanno un impatto potente sulla creazione del presente e del futuro di un Paese e sulla presente comprensione delle preoccupazioni riguardo i diritti umani. «Il GC Visual Contest vuole essere uno spazio di discussione e riflessione sul tema della memoria individuale e collettiva, all’interno del quale cercare di capire quali sono le condizioni per la verità e il perdono, e come si può da esse partire per costruire una società improntata al rispetto dei diritti umani», si legge in una nota dell’organizzazione.

E’ questo il tema su cui dovranno confrontarsi i partecipanti con le loro foto e video, sottoposte alla selezione di una giuria eccellente, composta tra gli altri da: Giles Duley, fotoreporter britannico noto a livello internazionale, Poulomi Basu, fotografa documentarista e giornalista, Isabelle Gattiker, direttore dell’International Film Festival and Forum on Human Rights di Ginevra, e Denis Curti, direttore di Still e direttore artistico della Casa dei Tre Oci di Venezia.

Il Global Campus of Human Rights incoraggia studenti e Alumni del Global Campus Network a partecipare al concorso insieme a fotografi professionisti e video maker.
L’iniziativa è finanziata dall’Unione Europea e ha il patrocinio del Centro di Informazione per le Nazioni Unite (UNRIC).
Si può seguire il visual contest con l’hashtag #GlobalCampusVisualContest su Facebook, Twitter, Google + e Instagram.

Fonte: Vita.it