Il concetto di “inclusione sociale” è un concetto ampio che abbraccia vari ambiti e comprende l’accesso di tutti i cittadini alle risorse di base, ai servizi sociali e al mercato del lavoro.  Un quadro di diritto che spetta a tutti. La povertà, le discriminazioni, le emarginazioni aggravano la situazione sociale  già allarmante che soffre l’Italia. Spesso si cerca di risolvere una questione piuttosto che un’altra, in realtà sono tutti elementi legati tra di loro in una catena conseguenziale. I passi in avanti si possono fare solo se ogni attore sociale si impegna a fare la sua parte: le istituzioni pubbliche a sviluppare una politica a garanzia di tutti i cittadini e in particolar modo dei cittadini più fragili, gli enti del terzo settore a fare squadra e unire le diverse forze a sostegno di idee, di progetti che tutelino la dignità di essere un cittadino.

Il primo step per avviare l’inclusione parte dal basso e cioè dalla società. La Fondazione Èbbene si impegna a trovare il modo più efficiente ed efficace per porre le condizioni adeguate per il benessere dei cittadini, cercando di fare la sua parte, che unita a quella degli operatori sociali, rappresenta una risposta possibile per accompagnare i percorsi di inclusione sociale. In allegato l’intervento del presidente della Fondazione, Dino Barbarossa, dal titolo “L’alleanza contro la povertà con sostegni sociali e lavoro”.

Intervento del presidente Dino Barbarossa SCARICA