MAPAR (Maison d’Accueil du PAys de Redon) offre un’opportunità di volontariato internazionale a Redon, a tre ore da Parigi per 12 mesi, da giugno 2015 a giugno 2016.Il volontario lavorerà in tutti i siti della MAPAR, e soprattutto nel quartier generale con il team socio-culturale, a contatto continuo con giovani di 16-30 anni, con vari background. Il team è composto da 4 animatori professionisti e lavora sotto la responsabilità del vicedirettore nella casa principale. L’obiettivo è facilitare l’inserimento sociale e professionale dei giovani ospitati in Redoni su 3 linee complementari:

  • dare ad ogni residente le informazioni minime sulle regole del foyer e la vita associativa quotidiana
  • ascoltare i giovani e facilitare la comunicazione tra loro per favorire buone relazioni tra tutti gli attori del foyer (giovani, lavoratori …) e con la città
  • favorire la partecipazione dei giovani nell’organizzazione delle animazioni del foyer.

Il volontario lavorerà 4 giorni a settimana, dal lunedì al giovedì, dalle 14 alle 22 (compresa la cena). Parteciperà anche alle riunioni del team, il giovedì mattina dalle 11 alle 13.I suoi compiti saranno i seguenti:

  • Caffetteria: si occuperà dell’ apertura tutti i giorni prima di cena e il lunedì sera e di servire i giovani che arrivano per bere un drink, per parlare, per giocare a freccette, calcetto o tennis da tavolo, per partecipare alle animazioni.
  • Comunicazione: sarà responsabile della realizzazione del programma di animazioni mensile (le animazioni giornaliere sono decise insieme al team), si occuperà di preparare i manifesti per ogni serata e di aggiornare la pagina Facebook
  • Attività serali: ogni sera dal lunedi al giovedi si occuperà di proporre delle attività per i residenti. Si potrebbe trattare di sport, cultura (cinema, concerti, …) o qualsiasi altra cosa. Il volontario aiuterà l’animatore nell’organizzazione della serata, parteciperà alle attività e motiverà i residenti a farlo.
  • Progetto «apertura al di fuori»:  avrà il compito di visitare le associazioni e motivare o aiutare i residenti a rivolgersi a queste organizzazioni, diventando punto di collegamento tra i due.
  • Punto Multimedia: riceverà i giovani che vogliono usare la sala multimediale.
  • Progetto collettivo di Europa: organizzerà alcuni progetti e attività sull’Europa in città. Questo sarà un progetto gestito dai volontari con l’aiuto delle organizzazioni ospitanti, il cui obiettivo è creare contatti tra i diversi pubblici delle associazioni e di sviluppare la consapevolezza europea della città.
  • Progetto personale: avrà la possibilità di costruire un progetto personale, secondo i propri interessi e competenze. 

Il volontario dovrà essere sensibile al lavoro sociale e/o essere un leader dei giovani, ma abbastanza maturo da mantenere una certa distanza col pubblico di coetanei. Saranno apprezzati la conoscenza della lingua francese e il possesso della patente di guida.

Per candidarsi compilare il form  allegando CV con foto e lettera motivazionale in inglese sul link